Senza categoria

Martedì di Carnevale e i diavoli…

“Mbulli deren, se jan’e arrevonjin djelzit”  (Chiudi la porta, stanno arrivando i diavoli).

Decenni or sono, la raccomandazione veniva lanciata nei vari rioni più spesso di oggi. Se si commetteva, infatti, l’imprudenza di farsi sorprendere con la porta di casa aperta al loro passaggio per le vie del paese, cacciarli dalla abitazione non era cosa da poco.

Dalla tarda mattinata di oggi, martedì di carnevale, i diavoli scorrazzano in lungo e in largo per il paese tenendolo sotto scacco fino a sera, per poi sparire e andare a nascondersi chissà dove…

Puzzolenti, coperti con  pelli di capra o pecora, con in testa grosse corna di bue,dal volto tinto di nero, terribili nell’aspetto e fortemente trasgressivi, i demoni del martedì di Carnevale sono  le figure storiche di questa festa a San Demetrio Corone; capaci di suscitare ancora curiosità tra i grandi e paure nei più piccoli, e il loro arrivo è anticipato da lamenti impressionanti e fragorosi rumori di  catene e campanacci. A impersonarli è stata, anche quest’anno, una  banda di giovani che ha scorrazzato tutto il pomeriggio in cerca di offerte in denaro e vivande, urlando e impaurendo i passanti. Guai a mandarli via. Molto meglio rabbonirli offrendo loro qualcosa, e comunque fuori di casa.

 Il rituale si è ripetuto con  i ritmi di una volta evocando antiche sensazioni: curiosità, timore verso il diabolico e tentazione. Ma il significato della tradizione popolare, unica in questo centro tra tutte le comunità calabro-albanesi, è che oltre a istigare al male, a rappresentare l’eccesso sfrenato e a significare il pericolo costante per l’uomo, la presenza del demonio ha anticipato l’epilogo della Festa più pazza e trasgressiva dell’anno, terminata il Mercoledì delle Ceneri con la morte di  Zù Nicola, ossia  il Carnevale.  

                                                                                                            Adriano Mazziotti

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...